Tagliamento: Ora Basta! Non possiamo più vivere di paura

Un ringraziamento a tutte le persone che mi hanno supportato e aiutato in questi giorni nella gestione dell’emergenza Tagliamento:

– al Vice Sindaco Angelo Valvason, agli Assessori, ai Consiglieri Comunali ed in particolare al Consigliere delegato alla Protezione Civile Loris Piccotto,
– alla Protezione Civile di Latisana, al coordinatore Lorenzo Cicuttin, al vice coordinatore Davide Geremia, ai capi squadra, a tutti i volontari,
– alla Protezione Civile A.N.A. e al suo capogruppo Luigi Ziani, al coordinatore Mauro Tollon e a tutti i volontari,
– al Genio Civile e in particolare a Luca Tabacchi e Giovanni Santoro,
– ai funzionari e dipendenti del Comune di Latisana coinvolti nel C.O.C. (Centro Operativo Comunale di Protezione Civile) Michela Busato, Eros Del Longo, Maurizio Frattolin, Annalisa Grande, Luca Marcatti, Grazia Portale, Alberto Carrara, Marco Galasso e a tutti gli uffici comunali,
– alla Polizia Locale,
– all’AAS2 e in particolare al Dott. Giuseppe Corbatto,
– al Sindaco di San Michele al Tagliamento Pasqualino Codognotto,
– ai Comuni del territorio ed in particolare ai Sindaci, ai coordinatori ed alle squadre di volontari della Protezione Civile del Distretto Latisanese,
– alla Protezione Civile di Venzone,
– ai Vigili del Fuoco,
– ai Carabinieri ed in particolare al Capitano Nicola Guercia e al Comandante della Stazione di Latisana Marino Marinello,
– alla Compagnia della Guardia di Finanza di Latisana,
– alla responsabilità con cui la stampa e i media hanno gestito l’informazione,
– agli esperti e conoscitori del Tagliamento ed in particolare a Giorgio Mattassi,
– a tutti i cittadini che hanno collaborato

 

Sono state delle giornate di grande preoccupazione e di tensione, soprattutto leggendo gli sguardi dei cittadini, di quelli che le alluvioni del 1965 e 1966 le hanno vissute e che ti descrivono la paura e la devastazione che hanno provato, di quelli come il sottoscritto che non le hanno vissute.
Tutti uniti dalla paura di un nuovo disastro.
Ma allo stesso tempo ho percepito la forza di tutti nel restare concentrati e attenti a gestire al meglio l’emergenza, la grande professionalità e conoscenza del territorio degli addetti ai lavori, ognuno nel rispettivo ruolo.
Quello che però non è più tollerabile è che a distanza di oltre cinquant’anni dalle ultime alluvioni, oggi ci si ritrovi ancora a dover vivere situazioni di rischio come quella di questi giorni.
A distanza di oltre cinquant’anni le uniche opere per la prevenzione del rischio alluvionale sono state realizzate nel basso corso del fiume Tagliamento.
Proprio qualche settimana fa, durante il tavolo convocato dal Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli, tutti i tecnici hanno convenuto sulla necessità di realizzare le opere di laminazione sul medio corso del Tagliamento. In verità da decenni i tecnici sostengono questo, come risulta da tutti i documenti, dagli studi, che sono stati poi considerati dalle norme e dalle leggi dello Stato, in particolare dal “Piano stralcio per la sicurezza idraulica del medio e basso corso del fiume Tagliamento” approvato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 28.08.2000.

Credo sia giunta l’ora di realizzare le opere di laminazione a monte che sono l’unica soluzione per diminuire sensibilmente il rischio di una nuova alluvione.
Come ricordato da Angelo Borrelli, la sicurezza dei cittadini viene prima di tutto.
Per raggiungere questo obiettivo ce la metterò tutta e, ne sono sicuro, insieme a me tutto il Consiglio Comunale e i cittadini di Latisana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *