Il Sindaco di Latisana Daniele Galizio nuovo Presidente UTI Riviera Bassa Friulana

Voto unanime sul nome del successore del Sindaco di Lignano Fanotto.

 

L’Assemblea dei Sindaci dell’Unione Riviera Bassa Friulana, che si è svolta lunedì 19 marzo presso la Sala Consiliare del Comune di Precenicco, prevedeva all’ordine del giorno le dimissioni del Presidente, Sindaco di Lignano Luca Fanotto e la contestuale elezione del Nuovo Presidente.

L’Assemblea, già riunitasi il 5 marzo per la discussione sulla Presidenza, ha votato all’unanimità, con l’astensione di Latisana, il nuovo Presidente nella persona del Sindaco di Latisana Daniele Galizio.

Il Presidente uscente ha ringraziato i Sindaci e gli Amministratori: “L’avvio delle UTI è stato intriso di grosse difficoltà gestionali e organizzative, che peraltro non si sono esaurite e che, a mio avviso, richiedono un grosso e complessivo ripensamento. Tuttavia, devo dire che grazie al contributo di tutti gli Amministratori siamo riusciti a far partire l’Unione della Riviera Friulana, che ha avuto il merito di mettere tante volte attorno ad un tavolo i Sindaci per condurre un ragionamento e sviluppare un pensiero attorno ad un territorio estremamente ricco di opportunità da cogliere e far crescere. Ho ceduto il passo a Latisana perché, nella visione comune che ci siamo dati, tutti i Sindaci possano avere la rappresentanza del nuovo ente, condividendone prospettive e responsabilità. Auguro al nuovo Presidente buon lavoro, sapendo che può contrare sempre su tutti noi

Il Presidente Galizio, dopo aver ringraziato Sindaci e Amministratori dei Comuni per la fiducia accordata, ha espresso l’apprezzamento “per il grande impegno profuso dal Presidente Fanotto e dagli Amministratori, dal Segretario Generale e dai dipendenti della città di Lignano Sabbiadoro, portato avanti sempre con spirito di collaborazione e di condivisione”.

“Per la costituzione di questa UTI – ha aggiunto Galizio – va riconosciuto il lavoro svolto in precedenza anche dal Sindaco Benigno che ha creduto nell’importanza di aderire alle Unioni fin dall’inizio.”

“Gli indirizzi di governance, condivisi con i Sindaci, – ha aggiunto Galizio – saranno quelli di continuare il lavoro svolto fino ad oggi, nell’ottica di un ulteriore sviluppo di un territorio dalle grandi potenzialità.”
“Pur condividendo i principi della riforma e in vista dei probabili correttivi che verranno decisi dal nuovo governo regionale, ribadisco la necessità che qualsiasi ragionamento sulle funzioni che l’UTI potrà svolgere debba basarsi sulla disponibilità e sulla piena condivisione da parte di tutti i Comuni.”

“È importante proseguire nella direzione di una sempre più stretta collaborazione tra i Comuni, oltre che per lo sviluppo del territorio, per la risoluzione delle criticità che tutti i Comuni stanno vivendo in questi anni, in termini di mancanza di personale e dei sempre maggiori aggravi dovuti all’introduzione di nuovi adempimenti burocratici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *