Ospedale Latisana: chiediamo alla Regione segnali chiari, immediati e concreti.

Gli 11 Sindaci dell’Uti Riviera Bassa Friulana si sono incontrati a Trieste presso il Consiglio Regionale per chiedere un’audizione al Presidente del Consiglio Regionale Iacop e al Presidente della Terza Commissione Consigliare della Sanità Rotelli. Nell’occasione i Sindaci dell’Uti Riviera Bassa Friulana hanno incontrato anche i Capigruppo consigliari. In entrambe le audizioni i Sindaci hanno fatto presente alle Istituzioni regionali i problemi legati all’ospedale di Latisana sul quale, nel corso dei passati mesi invernali, hanno intrattenuto un serrato confronto con l’Assessore Telesca e la Presidente Serracchiani.

Nel corso dell’ultimo incontro avutosi il 4 gennaio 2017 sembrava essersi raggiunto un punto di equilibrio tra richieste provenienti dal territorio della Bassa ed impegni della Regione sul futuro dell’ospedale di Latisana. Tuttavia a distanza di un mese tale punto di equilibrio non era stato trasfuso all’interno della bozza di documento predisposta dall’Assessore Telesca che, al contrario, si allontanava dalle intese raggiunte in sede di confronto. Da qui il giudizio allora espresso dai Sindaci di irricevibilità del documento predisposto e di rottura del tavolo di trattativa.

I Sindaci dell’Uti Riviera Bassa Friulana non hanno tuttavia rinunciato a manifestare con forza non solo il loro disappunto ma anche le esigenze concrete di mantenimento e valorizzazione dei servizi sanitari, in parte attualmente sospesi, offerti dall’ospedale di Latisana e l’importanza rappresentata dal nosocomio non solo per la popolazione della Bassa ma anche per quella turistica che gravita sulla Città di Lignano durante il periodo estivo e che oggi concepisce i servizi sanitari come elemento dell’offerta turistica.

Tali esigenze sono state palesate nuovamente anche al Presidente Jacop, al Presidente Rotelli e ai Capigruppo presenti in Consiglio Regionale. I Sindaci hanno infatti esposto nel corso delle 2 audizioni quale è stato il percorso intrattenuto fino al mese di febbraio con l’esecutivo regionale e quali sono stati gli elementi che hanno portato alla rottura del dialogo. Hanno altresì rappresentato profonda preoccupazione alla luce del prossimo avvio della stagione turistica. Tutto ciò al fine di fornire anche il loro punto di vista alla luce della discussione programmata in aula nel corso del pomeriggio con riferimento alla mozione consigliare, legata alla necessità di una manutenzione della legge sulla riforma sanitaria, presentata dai consiglieri Colautti e Cargnelutti. I Sindaci hanno altresì assistito al dibattito della mozione che si è concluso con un rinvio dell’analisi in Terza Commissione e con l’auspicio di una riapertura del dialogo.

“A nome dei Sindaci dell’ Uti -ha dichiarato il Presidente Fanotto- non posso che esprimere apprezzamento nei confronti dei consiglieri Colautti e Cargnelutti che si sono fatti carico di riportare l’attenzione, per il tramite della mozione presentata, sulle esigenze sanitarie del territorio della Bassa, e nei confronti del Presidente Jacop e del Presidente Rotelli e di tutti i Capigruppo consigliari che ci hanno oggi ricevuto ed ascoltato. Dopo la rottura del tavolo con l’Assessore Telesca abbiamo infatti ritenuto assolutamente necessario rivolgerci questa volta all’organo legislativo regionale per manifestare quali siano le reali esigenze del nostro territorio. Tuttavia ancora ad oggi non ci sono risposte concrete e fino a quando non potremo toccarle con mano la nostra mobilitazione rimarrà alta e non ci fermeremo.

UTI Riviera Bassa Friulana

I Sindaci di
Carlino
Latisana
Lignano Sabbiadoro
Marano Lagunare
Muzzana del Turgnano
Palazzolo dello Stella
Pocenia
Porpetto
Precenicco
Ronchis
San Giorgio di Nogaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *